Comune San Candido - piano clima - AD07

SCHEDA AD07

RESILIENZA DELLE VIE DI COMUNICAZIONE

Rischio: Precipitazioni abbondanti, frane

Campo di applicazione: Trasporti

Origine dell’azione: Comunale

Competenze e soggetti coinvolti: Comune, Comunità comprensoriale, amministrazione provinciale (Ufficio tecnico strade, ecc.), Stato

Descrizione dell’azione

Gli eventi estremi associati ai cambiamenti climatici rendono il sistema viabile maggiormente vulnerabile. L’effetto più evidente sono le interruzioni della circolazione: frane, massi e alberi possono invadere la carreggiata ostacolando la circolazione. Le precipitazioni intense danneggiano inoltre le strade non pavimentate: le piogge dilavano il fondo e spesso le rendono impraticabili.

Negli ultimi anni nel Comune di San Candido sono stati realizzati diversi interventi di consolidamento e messa in sicurezza di muri di sostegno, lavori di ripristino della pavimentazione stradale, ripulitura di pozzetti occlusi e taglio e rimozione di materiale vegetale.

Alcune misure che potranno essere messe in atto al fine di migliorare le performance delle infrastrutture per adattarsi ai cambiamenti climatici sono:

  • protezione delle infrastrutture del trasporto pubblico dalle inondazioni;
  • intervalli più brevi di manutenzione delle infrastrutture e del parco veicolare circolante;
  • velocità di percorrenza più ridotte lungo le infrastrutture e limiti di carico più bassi;
  • adozione di piani di rischio, in grado di valutare ex-ante le parti di infrastruttura maggiormente soggette a rischio in caso di eventi estremi, nonché le misure necessarie per ripristinare la funzionalità della rete;
  • posizionamento di idrovore nei punti soggetti ad allagamenti in caso di forti precipitazioni (come ad es. i sottopassi);
  • gestione ottimale del verde con taglio degli alberi malati, secchi e in pericolo di caduta al fine di evitare la caduta di alberi lungo le vie di trasporto;
  • installazione di pareti protettive o reti di sicurezza in prossimità di specifici punti dove il rischio frane viene considerato più elevato;
  • misure di comunicazione e informazione e promozione dell’uso del trasporto pubblico, meno pendolarismo, più telelavoro, orari di lavoro flessibili, gestione della mobilità aziendale e car pooling;
  • promozione di forme di mobilità alternative, creazione di ulteriori spazi e infrastrutture sicure per i pedoni e le biciclette.

Stato dell’azione e periodo di attuazione: In corso 2021 - 2030

Indicatori di monitoraggio:

% di infrastrutture di trasporto interessate da interventi per aumentarne la resilienza

% di variazione della superficie asfaltata / del livello di umidità del suolo Aumento del numero di persone che fanno uso di forme di mobilità sostenibile e condivisa

Fonti di finanziamento: Risorse comunali, risorse provinciali, contributi nazionali, finanziamenti europei

 

 

 

 

      ritorna ai progetti