Comune San Candido - piano clima - MOB01

SCHEDA MOB01

PIANIFICAZIONE DELLA MOBILITÀ E SISTEMAZIONE DELLA VIABILITÀ

Settore: Settore trasporti

Area di intervento: Pianificazione e ottimizzazione della mobilità

Strumento di pianificazione: Norme per la mobilità e i trasporti

Competenze e soggetti coinvolti: Ufficio tecnico

Periodo: 2020 - 2030

Interventi già realizzati

La nuova Legge Provinciale Territorio e Paesaggio prevede, tra gli obiettivi strategici, di garantire la sostenibilità del sistema di trasporto. La disponibilità di una pianificazione permette di “misurare” gli effetti dell’attuazione in riferimento al quadro conoscitivo pregresso e di riorientare, ove emergessero criticità, gli indirizzi adottati. Per la mobilità si tratta di un processo virtuoso che va a incidere sulle abitudini e consuetudini radicate nei comportamenti che sono spesso focalizzati sull’utilizzo massivo del mezzo privato.

Il sistema viario dell’Alta Pusteria necessita di una pianificazione della mobilità per tutta l’area al fine di consentire una fluidificazione del traffico. Negli ultimi anni il crescente numero di visitatori e turisti ha determinato un forte incremento del traffico veicolare, mettendo in crisi la sostenibilità ambientale soprattutto durante la stagione sciistica. In termini di gestione della mobilità, tuttavia, la stagione estiva rappresenta la sfida maggiore cui far fronte.

I principali aspetti critici che caratterizzano il sistema di trasporto a San Candido sono:

  • durante i mesi estivi molti cicloturisti raggiungono San Candido in auto, causando problemi di parcheggio;
  • traffico per Sesto sia durante la stagione invernale che estiva;
  • la ferrovia e la strada statale costituiscono una barriera.

L’Amministrazione di San Candido ha già adottato negli ultimi anni alcuni provvedimenti al fine di promuovere la mobilità sostenibile, elemento centrale per il miglioramento della qualità di vita (aumento del numero di stazioni di ricarica per biciclette e macchine elettriche, ottimizzazione dei collegamenti ferroviari per Lienz, pubblicazione di un sistema di guida pedonale per promuovere la “mobilità dolce”).

Prossimi sviluppi dell’azione

Nel corso del 2021 il Comune di San Candido ha avviato i lavori per la redazione del Piano della mobilità sostenibile. Il piano rappresenta un documento di indirizzo che prende spunto dalla situazione esistente per individuare le azioni da mettere in campo sul territorio per migliorare la sostenibilità energetica del comparto dei trasporti e delineare azioni strutturali per la viabilità e mobilità sul territorio e il collegamento con le frazioni e con i principali attrattori circostanti. Il documento funge da base per la programmazione e sarà adattato agli sviluppi attuali, con la necessaria lungimiranza, nel corso della redazione del piano esecutivo.

In linea con quanto previsto dal Piano provinciale della mobilità, il PUMS dovrà perseguire i seguenti obiettivi primari:

a) prevenzione del traffico: tale obiettivo di riduzione del traffico si potrà perseguire favorendo la creazione di aree d’insediamento compatte, comprese entro distanze brevi, ed evitando la dispersione insediativa. La collocazione delle nuove strutture che richiamano nuovi flussi di traffico, quali strutture commerciali o d’intrattenimento, servizi, strutture educative, sanitarie e ricreative, nonché delle zone produttive, ecc., dovrà avvenire in aree limitrofe ad alto potenziale di utenza, facilmente accessibili con mezzi pubblici e non motorizzati;

b) spostamento del traffico motorizzato individuale: adottando misure che puntino a favorire l’uso del trasporto pubblico e di mezzi non motorizzati;

c) ottimizzazione del traffico: consiste in misure che contribuiscono alla riduzione degli effetti negativi del traffico che non è possibile ridurre né spostare, e avviene attraverso la promozione di sistemi di propulsione a basse emissioni, elettrici, a idrogeno, a metano o simili.

L’amministrazione comunale potrà proseguire i progetti già avviati a tutela del centro cittadino attraverso:

  • introduzione di aree con divieto di accesso (anche temporaneo) agli autoveicoli;
  • introduzione di aree 30 km/h con limiti e dissuasori di velocità;
  • sistemazione della viabilità tramite rotatorie, sensi unici (dove necessario);
  • creazione di percorsi sicuri casa-scuola;
  • gestione della sosta (parcheggi e tariffe agevolate fuori dal centro del Comune);
  • creazione di restringimenti di carreggiata e dossi, limitazione dell’accesso ai centri urbani per i mezzi pesanti, limitazione del traffico motorizzato individuale nelle zone turistiche fortemente sviluppate.

Due progetti sono attualmente in esame: deve essere costruita una circonvallazione a est con funzione di bypass verso Sesto per ridurre al minimo il traffico in via Pizach-Schranzhofer. Inoltre, un nuovo collegamento ciclabile verso est in corrispondenza del centro urbano principale dovrebbe ridurre significativamente il traffico di biciclette in centro.

Risparmio energetico (MWh/anno): 1.271

Energia da FER (MWh/anno): 0

Risparmio di CO2 in tonnellate: 309

Attori coinvolti: Comune di San Candido, Comprensorio della Val Pusteria, Provincia di Bolzano

Strumenti di finanziamento: Risorse del Comune

Indicatori di monitoraggio: Consumi del settore dei trasporti

Avanzamento dell’azione: IN CORSO

Effetto sull’adattamento:

Effetto sulla povertà energetica: No

 

 

      ritorna ai progetti