Comune San Candido - piano clima - RES01

SCHEDA RES01

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO EDILIZIO RESIDENZIALE: NUOVE COSTRUZIONI E RISTRUTTURAZIONI

Settore: Residenziale

Area di intervento: Involucro edilizio ed efficienza energetica per gli impianti termici

Strumento di pianificazione: Norme edilizie

Competenze e soggetti coinvolti: Ufficio tecnico con funzione consulenziale, progettisti, committenti di lavori edili, consulenti

Periodo: 2020 - 2030

Premessa

Il Comune applica la normativa edilizia della Provincia. Nel 2011 la Provincia ha stabilito una serie di condizioni legali vincolanti per i comuni. La legge provinciale 09/2018 sul territorio e il paesaggio prevede che i nuovi edifici debbano soddisfare i seguenti requisiti minimi:

a) rendimento energetico dell’involucro edilizio pari o superiore a quello della classe CasaClima A;

b) prestazione energetica dell’edificio almeno corrispondente a quella della classe CasaClima A

c) il fabbisogno totale di energia primaria deve essere coperto per almeno il 50 per cento da fonti di energia rinnovabili. Tale requisito non è richiesto se l’edificio è stato realizzato nella classe CasaClima Oro e/o se copre il suo fabbisogno termico (anche in combinazione con altre fonti rinnovabili) mediante pompa di calore elettrica o teleriscaldamento.

È inoltre richiesto che il fabbisogno di acqua calda sanitaria venga coperto per almeno il 60 per cento da fonti di energia rinnovabili. Laddove tecnicamente ed economicamente fattibile, viene inoltre richiesto che i nuovi edifici vengano dotati di dispositivi autoregolanti che controllino separatamente la temperatura in ogni vano, mentre negli edifici esistenti l’installazione di tali dispositivi autoregolanti è richiesta al momento della sostituzione dei generatori di calore.

Prossimi sviluppi dell’azione

In questa azione si tiene conto della riduzione di consumi termici che è possibile ottenere grazie ai seguenti interventi:

  • Aumento della resistenza termica delle coperture, anche attraverso interventi radicali come il rifacimento completo della copertura stessa o comunque interventi che prevedano l’aggiunta di uno strato isolante. Il risparmio energetico risulta essere variabile a seconda del tipo di copertura che viene sostituita/riqualificata.
  • Sostituzione di impianti obsoleti con caldaie ad alto rendimento o a condensazione.
  • Sostituzione di impianti a gasolio e gpl con nuove caldaie a biomassa o nuovi allacciamenti alle reti di teleriscaldamento esistenti.
  • Installazione di valvole termostatiche sui radiatori che consentono di regolare in ogni stanza la temperatura ideale.
  • Incentivazione dell'installazione di pompe di calore, allacciamenti al teleriscaldamento e altre energie rinnovabili
  • Installazione di impianti solari termici per la produzione di acqua calda.
  • Adozione di comportamenti attenti ad evitare lo spreco di energia.

Il Comune può continuare a organizzare campagne sensibilizzazione e informazione:

  • Campagna di informazione: il coinvolgimento degli stakeholders e dei cittadini deve avvenire in maniera puntuale per aumentare la consapevolezza sulle tematiche energetiche. Tale azione dovrà essere rivolta in primo luogo ai progettisti che rappresentano il punto di contatto tra i cittadini e l’efficienza energetica. L’azione di sensibilizzazione potrà essere articolata in maniera differenziata per raggiungere un elevato livello di efficacia; il contatto diretto (come lo Sportello Energia), le metodologie classiche (brochure, materiale informativo, ecc.) sia attraverso moderni strumenti di comunicazione come le tecnologie basate su social network (Facebook, Twitter, ecc.) e su portali informativi web-based.
  • Il Comune di San Candido si impegna a divulgare l’informazione circa la disponibilità attuale di bonus, incentivi e detrazioni fiscali per interventi di risanamento energetico: il Superbonus 110%, in particolare, rappresenta una straordinaria occasione per il rilancio della filiera dell’edilizia, per la rigenerazione urbana, per garantire maggiori livelli di risparmio energetico e per la messa in sicurezza del patrimonio edilizio. Nel lungo termine, inoltre, contribuirà a creare una nuova sensibilità nei confronti dell’efficienza energetica. Nel mese di maggio 2021 il Comune, in collaborazione con Ökoinstitut Südtirol / Alto Adige, ha organizzato una serata informativa volta a fornire alla popolazione locale informazioni sull’incentivo del Superbonus.
  • L’Amministrazione comunale potrà inoltre, di Comune accordo con le altre amministrazioni locali vicine, promuovere incontri con le istituzioni finanziare al fine di individuare prodotti e strumenti a supporto della realizzazione degli interventi di efficienza energetica. La valutazione dei risparmi conseguibili fino al 2030 è stata fatta sulla base sia dell’andamento dei consumi termici del settore residenziale, sia sulla base delle statistiche regionali disponibili circa gli incentivi erogati per l’efficienza energetica in ambito residenziale, che sugli effetti di nuovi incentivi come il Superbonus 110%. È prevista inoltre una graduale dismissione delle caldaie alimentate a gasolio e a GPL.

Risparmio energetico (MWh/anno): 2.751

Energia da FER (MWh/anno): 887

Risparmio di CO2 in tonnellate: 446

Attori coinvolti: Uffici comunali, Ente provinciale, imprese di costruzione, amministratori di condominio, banche, istituti finanziari

Strumenti di finanziamento: Risorse comunali, risorse private, Conto Termico, Certificati Bianchi, incentivi provinciali, incentivi fiscali

Indicatori di monitoraggio: Nuove superfici costruite/ristrutturate secondo criteri energetici più stringenti, andamento superficie comunale edificata, consumi termici del settore residenziale.

Avanzamento dell’azione: IN CORSO

Effetto sull’adattamento:

Effetto sulla povertà energetica:

 

 

 

      ritorna ai progetti